June 22, 2020

Intervista a Mattia Nanetti, co-fondatore di Wenda: IoF2020 e COVID-19

In una recente intervista, il co-fondatore di Wenda, Mattia Nanetti, ha parlato delle connessioni tra COVID-19 e Beverage Integrity Tracking, uno Use Case - in cui Wenda ha il ruolo di coordinare altri partner, che sono SIVE, VINIDEAs, Highclere Consulting e VINIDEA - nell'ambito del Fruits Trial, una sezione di Internet of Food and Farm 2020.
IoF 2020 è un progetto che fa parte di Horizon 2020 - il più grande programma di ricerca e innovazione dell'UE con quasi 80 mld € di finanziamenti disponibili in 7 anni (dal 2014 al 2020) - e mira a consolidare la posizione di leader dell'Europa nelle tecnologie dell'Internet of Things (IoT) applicate al settore AgriFood.

COVID-19 ha messo sotto pressione le catene del Food in modi diversi, dai cambiamenti della domanda all'aumento del rischio di ritardi imprevisti lungo il percorso. "Lo stress sulle supply chain porta a un bisogno ancora maggiore di trasparenza tra i partner", ha detto Mattia Nanetti, coordinatore di Use Case e co-fondatore di Wenda. Il che è un bene, perché è esattamente ciò che offre lo Use Case 3.6.  

La spedizione è una delle parti più critiche della Food supply chain per le merci deperibili e sensibili. La Piattaforma Wenda permette a tutti i partner di vedere come i prodotti sono stati conservati lungo la catena, dal produttore al punto vendita. Umidità, temperatura, posizione sono visibili a tutti i partner - anche in tempo reale, se necessario.
L'incorporazione delle tecnologie IoT nelle supply chain della frutta ha il potenziale di ridurre le perdite prima e dopo la raccolta, ridurre gli input, migliorare la qualità, raggiungere distanze maggiori e migliorare la tracciabilità dei prodotti (compresa la denominazione di origine protetta).
Come ha sostenuto Mattia: "Se sai cosa è successo nelle fasi della supply chain, e di chi era responsabilità dei prodotti nel momento in cui si è verificato ad esempio un improvviso aumento della temperatura, puoi risolverlo immediatamente. Non c'è più incertezza sulla responsabilità. Più chiarezza si traduce in meno controversie e in una soluzione più rapida".

La Piattaforma non si limita al monitoraggio della fase di spedizione: attraverso i suoi moduli può coprire molte altre fasi, come l'ingresso delle merci (modulo Inbound), lo stoccaggio e la lavorazione (modulo Storage), l'uscita delle merci (modulo Outbound) e la consegna last mile (modulo Delivery).
Mattia ha anche rilevato che molte aziende stanno ridefinendo le loro strategie e sono quindi più aperte a iniziare a condividere i dati con i partner della catena, promuovendo la collaborazione nella supply chain per aumentare qualità e profitti. L'aumento della domanda di prodotti freschi e locali osservato dai supermercati spinge anche i fornitori verso una maggiore trasparenza.

Grazie all'esperienza acquisita nel monitoraggio della movimentazione del vino, la Piattaforma può essere facilmente utilizzata in altre catene dove la spedizione è il fattore critico: le industrie e i prodotti che possono beneficiare della Piattaforma Wenda sono carne e pesce, latte e latticini, alimenti surgelati e molti altri.
Siete interessati a testare la Piattaforma nel vostro processo logistico? Le funzioni di base si possono impostare in meno di 30 minuti e l'UC 3.6 è in grado di consigliare anche l'hardware più adatto alle vostre esigenze. "Siamo più che felici di condividere le nostre conoscenze con altri partner", ha detto Mattia.