May 30, 2020

Use Case: Industria Ittica

Scarica una versione pdf di questo Use Case

 

Introduzione

L’allargamento dei mercati globali, il moltiplicarsi delle filiere internazionali, il proliferare dei regolamenti e la rinnovata consapevolezza dei consumatori rispetto alle caratteristiche dei prodotti hanno fatto sì che le aziende del settore Ittico dedicassero grande attenzione a strutturare catene del freddo che garantiscano sicurezza, qualità e una shelf life ottimale ai prodotti che ricevono, distribuiscono o vendono direttamente.
I prodotti ittici sono tra quelli principalmente coinvolti nei miglioramenti delle pratiche di Food Safety e Quality Management: la freschezza è un elemento chiave, e il contributo di catene del freddo ininterrotte e ben gestite è fondamentale affinché le supply chain del settore ittico possano garantire qualità e sicurezza alimentare.

Di seguito è delineato il caso d’uso della Piattaforma Wenda da parte di un’azienda italiana che importa prodotti ittici dai mercati asiatici e li distribuisce ai suoi canali di vendita retail. L’azienda è dotata di 3 celle frigorifere per lo stoccaggio dei prodotti ittici, di cui due a -50° C dedicate ai prodotti pre-lavorati e una a -20° C per conservare i prodotti dopo le fasi di lavorazione.
L’azienda vuole proteggere i suoi prodotti nelle fasi di accettazione, lavorazione, stoccaggio, preparazione carico e spedizione, facendo in modo che arrivino integri a destinazione. L’azienda ha espresso il bisogno di monitorare i parametri di temperatura da remoto, gestendo un set facilmente accessibile di strumenti analitici per ottenere visibilità end-to-end della sua catena del freddo e quindi valutare in tempo reale i rischi di integrità, capire se i processi di lavorazione siano eseguiti correttamente, stabilire il corretto funzionamento delle sue celle frigorifere e conoscere gli eventuali punti critici nella sua filiera.

 

Soluzione

Software e Hardware utilizzati

Wenda è una Piattaforma che aiuta a comprendere e navigare i dati di freschezza, catena del freddo e tracciabilità lungo tutta la supply chain. È composta di differenti moduli, ciascuno dedicato a un preciso processo della filiera: accettazione, lavorazione e stoccaggio, uscita, spedizione del prodotto.

Per realizzare l’operazione, Wenda ha fornito all’azienda Piattaforma e Applicazione mobile proprietarie e integrate con dispositivi per la tracciabilità disponibili in commercio, poiché l’azienda non disponeva di hardware proprietario.
Se l’azienda avesse avuto dispositivi o sistemi di misurazione e tracciabilità già implementati internamente, Wenda li avrebbe potuti integrare con Piattaforma e App.
Le componenti hardware necessarie sono state: una pistola termometrica Bluetooth a raggi infrarossi (pistola IR) che permette di ottenere la temperatura di un oggetto con il semplice puntamento; dei data logger USB acquistati dal fornitore asiatico e da lui posizionati nel container per la registrazione e lo scarico successivo dei dati di temperatura; dei data logger wi-fi per il monitoraggio in tempo reale di localizzazione e temperatura del prodotto in magazzino; dei data logger 2G/3G per il monitoraggio in tempo reale di localizzazione e temperatura del prodotto in fase di spedizione.

 

Processo: Accettazione
Modulo Piattaforma Wenda: Inbound

Prima della partenza del container, il fornitore asiatico vi colloca i data logger USB necessari per la registrazione dei dati di temperatura. Arrivato a destinazione, il trasportatore lo consegna all’azienda a una temperatura di -50 °C. Un responsabile del Controllo Qualità dell’azienda recupera i data logger USB, scarica su un computer i dati di temperatura registrati e archiviati durante il trasporto e con un semplice drag&drop li importa nella Piattaforma per analizzarli successivamente, a fini statistici.

Con l’obiettivo di rilevare la temperatura puntuale dei prodotti importati nel momento in cui vengono consegnati, tramite la pistola IR l’operatore ottiene sia la temperatura dei prodotti all’interno del container (2 campioni, relativi al bancale interno e al bancale esterno), sia la temperatura del container stesso (3 campioni, relativi al soffitto e alle sue pareti, interne ed esterne). In questo modo ha un’indicazione precisa che gli/le permette di decidere immediatamente se accettare o meno i prodotti – appunto, in base alla temperatura rilevata. La connessione tra pistola IR e smartphone (o altro dispositivo mobile) fa sì che i dati acquisiti dalla pistola IR passino in automatico all’App, da cui con un semplice comando sono inviati alla Piattaforma dove, insieme ai dati dei data logger USB, sono consultabili dal responsabile Qualità tramite il suo profilo. L’operatore può anche registrare l’aspetto del prodotto ricevuto e del suo packaging, inserendo delle note generali e scattando delle foto che vengono memorizzate in un wallet in cloud sempre accessibile dall’azienda. 

La Piattaforma offre il vantaggio di creare più profili per le varie figure aziendali, prevedendo ma non imponendo la possibilità di dare diversi livelli di accesso ai dati alle differenti professionalità dell’azienda. Il responsabile Qualità e l’operatore possono così visualizzare in una singola dashboard i dati relativi alle condizioni di temperatura dei prodotti ricevuti (fino a 3 campioni) e delle pareti del camion (fino a 3 punti di controllo), consultare le segnalazioni di allarme per anomalie di temperatura nella precedente fase di viaggio, inviare segnalazioni automatiche via email ad altri manager, generare reportistica e analisi statistiche.

Processi: Lavorazione e stoccaggio
Modulo Piattaforma Wenda: Storage

Completata la fase di accettazione, l’azienda inizia il suo processo interno di lavorazione dei prodotti, che vengono posizionati in due celle frigorifere mantenute a -50° C – e monitorate con data logger wi-fi per controllarne il corretto funzionamento – in attesa di essere presi in carico. Quando gli addetti alla lavorazione ricevono i prodotti, un operatore ne rileva la temperatura con la pistola IR sia all’inizio sia alla fine del processo – che può richiedere da 30 a 120 minuti – per comprendere quali siano le variazioni di temperatura che si verificano in questa fase e apportare eventuali correttivi. I dati di temperatura passano automaticamente dalla pistola IR all’App, da cui sono inviati alla Piattaforma con un semplice comando.

Nel momento in cui si conclude il processo di lavorazione dei prodotti, questi sono collocati in una cella frigorifera a -20 °C, al cui interno sono posizionati dei data logger wi-fi connessi ad App e Piattaforma per avviare monitoraggio in tempo reale della temperatura. La Piattaforma mette a disposizione dei responsabili una dashboard per osservare le condizioni di temperatura all’interno delle celle, un sistema di allarme per segnalazione di anomalie con definizione delle soglie critiche di temperatura, un sistema di avvisi automatici via email al responsabile del Controllo Qualità, memorizzazione in storico, reportistica e analisi statistiche.

I dati ricevuti dai data logger wi-fi vengono sincronizzati automaticamente nella Piattaforma, che permette di valutare rapidamente le condizioni dei prodotti immagazzinati, verificare il corretto funzionamento delle celle frigorifere, risparmiare tempo nei processi di Controllo Qualità e reportistica, ottimizzare il rispetto dei regolamenti di sicurezza alimentare e dei protocolli HACCP. 

Processo: Preparazione carico
Modulo Piattaforma Wenda: Outbound

Ora è il momento della preparazione del carico per le spedizioni.

Con l’obiettivo di controllare la temperatura puntuale dei prodotti nel momento in cui vengono prelevati dalle celle frigo per essere caricati sui mezzi e inviati ai clienti, l’operatore di magazzino rileva con la pistola IR le temperature dei prodotti (fino a 2 campioni, relativi al bancale interno e al bancale esterno) e quelle del camion che verrà utilizzato per il trasporto (3 campioni, relativi al soffitto e alle sue pareti, interne ed esterne), che sono poi trasmesse all’App in automatico.

L’operatore inserisce nell’App i nominativi di prodotto, cliente destinatario, trasportatore e mezzo di trasporto, e in questa fase può anche registrare l’aspetto del prodotto e del suo imballaggio, inserire delle note generali e scattare delle fotografie. L’acquisizione dei dati termina con la compilazione di una Checklist sullo stato di conservazione del mezzo secondo quanto previsto dalla normativa HACCP.
Tutti questi dati vengono inviati in automatico alla Piattaforma, in modo da mantenere intatta la tracciabilità della catena del freddo e avere sempre tutte le informazioni a disposizione in un singolo punto, pronte per essere consultate dai responsabili aziendali.

Processo: Spedizione
Modulo Piattaforma Wenda: Shipment

Terminate le procedure di preparazione del carico, i data logger 2G/3G real-time vengono posizionati all’interno del mezzo di trasporto scelto per la spedizione, i container con i prodotti vengono posizionati nel camion e la spedizione è pronta per partire verso i canali di vendita dell’azienda.

La Piattaforma garantisce al responsabile del Controllo Qualità e al responsabile delle Vendite visibilità in tempo reale dei dati di temperatura dei prodotti spediti ai clienti e della localizzazione del carico. I responsabili ricevono segnalazioni di allarme, con le informazioni relative al dove e al quando le temperature superano le soglie di conservazione prestabilite, e tramite la Piattaforma possono impostare segnalazioni automatiche attraverso email da inviare ai responsabili della spedizione.

Tutti i dati di temperatura relativi alle varie parti della filiera, a partire da quelli del data logger USB, passando per quelli dei data logger wi-fi collocati nelle celle frigorifere, fino a quelli dei data logger 2G/3G real-time posizionati nei camion che portano i prodotti dall’azienda ai suoi canali di vendita retail, sono facilmente accessibili da un’unica schermata: così si ha la garanzia che la catena del freddo non è stata interrotta e si velocizzano e semplificano le operazioni, consentendo a manager e operatori di visualizzare statistiche e reportistica, prendere decisioni data-driven e tagliare i costi di gestione della sicurezza alimentare, mantenendo tutti i dati in un unico punto in Cloud.

 

Benefit

  • Monitorare in tempo reale e valutare i prodotti che si ricevono, si immagazzinano, si preparano per l’uscita o sono in viaggio;
  • Ottenere visibilità end-to-end della filiera e implementare un approccio proattivo al risk management;
  • Verificare il corretto funzionamento delle celle frigorifere e dimostrare il rispetto delle normative agli enti regolatori;
  • Risparmiare il tempo e risorse normalmente dedicati al Controllo Qualità;
  • Favorire la collaborazione tra i dipartimenti aziendali grazie a un numero illimitato di profili con cui accedere alla Piattaforma;
  • Visualizzare le analitiche e le informazioni di filiera in un’unica schermata facilmente accessibile;
  • Ridurre gli errori consentendo a responsabili e operatori di prendere decisioni basate sui dati;
  • Valutare e classificare i fornitori e gli operatori logistici in base alle performance sulle consegne