April 26, 2021

Tracciabilità

Tracciabilità come elememento chiave della supply chain

In un mercato alimentare sempre più globalizzato è fondamentale avere visibilità di ogni processo della filiera, conoscere il luogo di provenienza di un prodotto e ciò che accade nelle varie fasi logistiche che attraversa. La piena visibilità delle supply chain alimentari può però essere ottenuta solo tramite soluzioni che garantiscano la tracciabilità dei prodotti.

La tracciabilità è un sistema di documentazione e archiviazione progettato per tracciare il flusso del prodotto attraverso la supply chain, seguendo ogni fase che un alimento percorre dalla produzione al consumo. È importantissimo conoscere il percorso di un prodotto alimentare, soprattutto quando si ha a che fare con prodotti sensibili o deperibili: si tratta infatti di informazioni cruciali per garantirne sicurezza, integrità e genuinità ai consumatori. La tracciabilità alimentare diventa così uno strumento di trasparenza e tutela, garantendo ai consumatori finali anche l’originalità del prodotto e contrastando i fenomeni di contraffazione.

Aspetti del mercato della tracciabilità alimentare

La dimensione del mercato della tracciabilità alimentare è stimata a 16,8 miliardi di dollari nel 2020 e si prevede di raggiungere 26,1 miliardi di dollari entro il 2025, registrando un CAGR del 9,1%.

La crescente domanda di prodotti sicuri tra i consumatori dovrebbe guidare il mercato. Il segmento Asia Pacifico è destinato a dominare il mercato e si prevede che raggiunga un CAGR del 14,9% nel periodo 2018-2025.

Le soluzioni di Wenda per la tracciabilità alimentare

Wenda ha creato una Piattaforma universale e collaborativa che consente alle aziende di food e logistica di ottenere piena visibilità di tutti i dati di tracciabilità relativi alle varie parti della supply chain, a partire dall’uscita dei prodotti dall’azienda del fornitore, passando per le fasi di lavorazione e stoccaggio e arrivando fino alla spedizione verso i canali di vendita. Fino anche al consumatore finale.

Non ci si ferma quindi alla gestione della provenienza – fondamentale peraltro – ma si vuole dare evidenza in modo dinamico di ciò che accade nel percorso dell’alimento.

In questo modo, Wenda assicura che la catena del freddo non sia stata interrotta, dà la garanzia che i prodotti rientrino in una cornice avanzata di sicurezza alimentare e contribuisce sostanzialmente all’aumento del valore aggiunto grazie a notevoli risparmi, realizzati ottimizzando i processi in varie parti della supply chain.